Un punto in più: l'Albania di Langer e Leogrande

Presentazione e discussione del libro "Dialogo sull'Albania", edizione di testi di Alexander Langer e Alessandro Leogrande

Cosa legava Alessandro Leogrande, tra i più brillanti scrittori e reporter della sua generazione, ad Alexander Langer? Cosa trovava il giovane Leogrande nel pensiero e nell’attività politica di uno dei più autorevoli esponenti del pensiero ecologista e non violento europeo?

Questo libro indaga proprio tale legame a partire da un luogo speciale, l’Albania, al quale entrambi hanno dedicato diversi scritti, frutto di viaggi, incontri, relazioni. Un mosaico di storie e un quadro di analisi – lucide e appassionate al contempo – che compongono il ritratto di un Paese in perenne biblico tra i fantasmi del passato e un presente segnato da sviluppo disordinato, velleità europee e straordinarie risorse umane e culturali. Una significativa testimonianza che a partire dall’emigrazione albanese in Italia degli anni novanta – paradigmatica e non priva di eventi tragici – offre un prezioso spunto di riflessione sulle paure e i pregiudizi che accompagnano gli attuali movimenti migratori.

Dialogano con il curatore, Giovanni Accardo:

- Luisa Chiodi, direttrice di Osservatorio Balcani e Caucaso Transeuropa / CCI

- Marco Boato, già deputato e senatore, autore del libro "Alexander Langer, costruttore di ponti"

- Leonora Zefi, presidente dell'Associazione Culturale Donne Albanesi in Trentino Teuta