Multimedia

Nagorno Karabakh:si incontrano a Mosca i leader di Armenia e Azerbaijan

Lunedì scorso i leader di Armenia e Azerbaijan si sono incontrati per la prima volta dalla fine del conflitto in Nagorno Karabakh. L'incontro, tenuto a Mosca, è un primo passo per riportare alla normalità i rapporti bilaterali dopo il sanguinoso conflitto. Francesco Martino (OBCT) per il GR di Radio Capodistria [12 gennaio 2021]


Kosovo, nuove elezioni e polemiche

Il Kosovo va a nuove elezioni anticipate, dopo lo scioglimento del parlamento decretato dalla Corte costituzionale. Subito polemiche sulla possibile esclusione di Albin Kurti, leader del movimento Vetëvendosje dato per largo favorito. Francesco Martino (OBCT) per il GR di Radio Capodistria [10 gennaio 2021]


"BalkanStream", parte in Serbia il gasdotto russo

E' stata inaugurata ad inizio 2021 dal presidente serbo Aleksandar Vučić la sezione serba del gasdotto “BalkanStream”, che porterà nella penisola balcanica gas russo attraverso al Turchia, nonostante l'opposizione dell'amministrazione americana. Francesco Martino (OBCT) per il GR di Radio Capodistria [9 gennaio 2021]


Catastrofe umanitaria in Bosnia e lungo la rotta balcanica

Il 23 dicembre è stata chiusa la tendopoli di Lipa a 30 km da Bihać e centinaia di migranti sono qui rimasti sotto la neve, altre centinaia vagano nei boschi. Cosa sta accadendo in Bosnia e lungo la rotta balcanica per voce di Silvia Maraone della Ong Ipsia che opera sul campo, della collaboratrice di OBCT Azra Nuhefendić e di Nello Scavo, giornalista di Avvenire (29 dicembre 2020)


Croazia, la terra trema

Continuano le scosse di assestamento, mentre è arrivata in Croazia anche la protezione civile italiana a sostegno della popolazione colpita dal terremoto di ieri di magnitudo 6.4 con epicentro a Petrinja, 45 km da Zagarbia, che ha provocato per ora 7 morti e 30 feriti. L'aggiornamento di Giovanni Vale, corrispondente di OBCT, andato in onda su Rai Radio1 (30 dicembre 2020)


Croazia: morti e feriti a Petrinja

Un terremoto di magnitudo 6.4 ha colpito la Croazia. La cittadina di Petrinja, epicentro del sisma a 50 km da Zagabria, semidistrutta. Risultano esserci vittime e feriti, mentre le operazioni di scavo tra le macerie proseguono. L'aggiornamento di Giovanni Vale, corrispondente di OBCT da Zagabria (29 dicembre 2020)


Terremoto in Croazia: in corso le operazioni di soccorso

Ai microfoni di Radio Popolare Network il corrispondente di OBCT, Giovanni Vale, ha aggiornato sulla situazione nell'area di Petrinja in Croazia, duramente colpita dal terremoto di magnitudo 6.4 e dove sono in corso le operazioni di ricerca delle persone rimaste intrappolate sotto le macerie (29 gennaio 2020)


Forte terremoto in Croazia

Con epicentro a circa 45 km dalla capitale, un terremoto di magnitudo 6.4 ha colpito la Croazia. La cittadina di Petrinja è semidistrutta e risultano esserci morti e feriti. La corrispondenza di Giovanni Vale, corrispondente di OBCT da Zagabria, al GR delle 12.30 di Radio Popolare (29 dicembre 2020)


Putin, immunità a vita per i presidenti della Federazione russa

Il capo di stato russo Vladimir Putin ha firmato una legge che garantisce immunità a vita agli ex presidenti e alle loro famiglie. Una mossa che segnala l'intenzione di Putin di garantirsi nel caso in cui dovesse rinunciare a ricandidarsi nel 2024. Francesco Martino (OBCT) per il GR di Radio Capodistria [26 dicembre 2020]


Balcani, cresce l'influenza della Cina sui media della regione

Già presente da tempo in Europa sud-orientale come importante attore economico e politico, negli ultimi anni la Cina inizia ad avere nella regione un'influenza crescente anche sul mondo dell'informazione. Francesco Martino (OBCT) per il GR di Radio Capodistria [27 dicembre 2020]


Bosnia Erzegovina, rischio tracollo demografico

Tra bassa fertilità ed emigrazione, la Bosnia Erzegovina rischia un vero e proprio tracollo demografico nei prossimi decenni, che ne mette a rischio le prospettive sociali ed economiche. Francesco Martino (OBCT) per il GR di Radio Capodistria [26 dicembre 2020]


Kosovo: governo illegittimo, nuove elezioni anticipate

Il Kosovo andrà alle ennesime elezioni anticipate dopo una sentenza della Corte costituzionale, che ha dichiarato decaduto l'attuale governo. Una decisione che conferma il clima di forte confusione politica nel paese. Francesco Martino (OBCT) per il GR di Radio Capodistria [24 dicembre 2020]


UE-Turchia, finalizzato il pagamento del pacchetto economico sui rifugiati

Nonostante i rapporti tesi tra Bruxelles ed Ankara, l'Unione europea ha completato il pagamento alla Turchia del pacchetto economico a sostegno ai rifugiati, parte dell'intesa che nel 2016 ha messo fine alla migrazione di massa lungo la “rotta balcanica”. Francesco Martino (OBCT) per il GR di Radio Capodistria [20 dicembre 2020]


"Amene e dolci colline” dell’Istria al tempo dell’Impero

Oltre 100 magnifiche tavole accompagnano il viaggio in Istria che Diana De Rosa ci fa fare nel suo ultimo libro Amene e dolci colline. Viaggio nell’Istria del Catasto franceschino 1818-1829 (Comunicarte Edizioni)


La Bosnia Erzegovina 25 anni dopo

Radio Beckwith - nella sua trasmissione Kiosk - ha dedicato uno speciale alla Bosnia Erzegovina, nel 25esimo della firma degli Accordi di pace di Dayton. In onda l'intervista al collaboratore di OBCT, Alfredo Sasso, e segnalati dall'archivio di OBCT diversi contributi (17 dicembre 2020)


Tra incertezze e paure: la Bulgaria riparte da Bansko

La località sciistica di Bansko, Bulgaria sud-occidentale, tra le più rinomate dell’intera penisola balcanica, è minacciata da abusivismo e sfruttamento del suolo. Dispute sull’apertura di un secondo impianto di risalita alimentano il dibattito sulla ricerca di equilibrio tra le esigenze del mercato del turismo e una più scrupolosa protezione del patrimonio naturale. Proprio da Bankso però, il paese tenta ora di rilanciare il turismo invernale colpito dalle conseguenze della pandemia


Bosnia Erzegovina, le posizioni russe spaccano il paese a 25 anni da Dayton

I rappresentanti bosgnacco e croato della presidenza bosniaca hanno rifiutato stamattina di incontrare il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov, in visita ufficiale a Sarajevo. Una decisione che conferma le divisioni nel paese a 25 anni dalla firma della pace di Dayton. Francesco Martino (OBCT) per il GR di Radio Capodistria [15 dicembre 2020]


Mediterraneo orientale, sanzioni "soft" dell'UE alla Turchia

L'Unione europea ha introdotto sanzioni contro la Turchia a causa delle dispute con Cipro e Grecia sullo sfruttamento delle risorse energetiche nel Mediterraneo orientale. Le misure approvate sono però leggere e lasciano aperta la strada del dialogo con Ankara. Francesco Martino (OBCT) per il GR di Radio Capodistria [13 dicembre 2020]


Bulgaria - Macedonia del nord: prove di compromesso

Restano tese le relazioni tra Macedonia del Nord e Bulgaria, che ha imposto il veto all'apertura dei negoziati di adesione all'UE di Skopje, nonostante la visita a Sofia del nuovo inviato speciale macedone Vlado Bučkovski. Francesco Martino (OBCT) per il GR di Radio Capodistria [12 dicembre 2020]


Il Montenegro dopo Đukanović

Finalmente il parlamento montenegrino ha votato la fiducia al nuovo governo guidato da Zdravko Krivokapić, a 4 mesi dalle elezioni legislative che hanno portato alla sconfitta i socialdemocratici (Dps) di Milo Đukanović, al potere da quasi trent’anni. L'approfondimento di Francesco Martino di OBCT alla trasmissione "Mondo" (11 dicembre 2020)


In vacanza sul set: Dubrovnik e il Trono di Spade

Dubrovnik e il turismo, un rapporto d'amore e d'odio, di opportunità economiche e gentrificazione galoppante. Negli ultimi anni una nuova forma di turismo ha preso piede in città: quella degli appassionati della premiatissima serie televisiva di HBO “Il Trono di Spade”. Il meraviglioso borgo già patrimonio dell’UNESCO ha infatti servito da set cinematografico per “Approdo del Re”, la capitale dell’immaginario regno della serie.


Non solo musica: 20 anni di EXIT Festival

Andrà in scena a Novi Sad nel luglio 2021 - nella ormai tradizionale location della fortezza di Petrovaradin - la prossima edizione dell’EXIT Festival dopo l’annullamento dell’edizione 2020. Quella del prossimo luglio non sarà però un’edizione come le altre: segnerà il 20esimo anniversario del Festival, nato nel 2001 e cresciuto fino a diventare uno dei principali appuntamenti musicali europei.


The 1425 days of Sarajevo

The General Framework Agreement for Peace in Bosnia and Herzegovina, signed at the military base in Dayton, Ohio, on 21 November and then formalised in Paris on 14 December 1995, decreed the end of the war in Bosnia and Herzegovina. The capital, Sarajevo, was held under siege for 1452 days, from 6 April 1992 to 29 February 1996. The story of those years in photographs, courtesy of photographer and journalist Mario Boccia to OBCT


La Bosnia dopo le elezioni, a 25 anni da Dayton

A 25 anni degli accordi di Dayton, alle ultime elezioni locali, i partiti nazionalisti hanno perso consenso in alcune città chiave. Dove sta andando la Bosnia Erzegovina? Gli interventi di Marija Runić, docente di filologia a Banja Luka e attivista, Azra Nuhefendić scrittrice e giornalista oltre che collaboratrice di OBCT e Giorgio Fruscione di ISPI (24 novembre 2020)


Bosnia Erzegovina: l'occhio della montagna

Il lago di origine glaciale di Prokoško si trova a 1600 metri di altezza, nel cuore della Bosnia Erzegovina, sul massiccio del Vranica. Il lago, chiamato “l'occhio della montagna”,  è circondato da “Katuni”, tradizionalmente ripari dei pastori


Quale futuro per il Nagorno Karabakh

L'analisi di Giorgio Comai di OBCT ai microfoni di Radio Radicale sul Nagorno Karabakh: cosa si può prospettare in futuro, in questo territorio come in altri territori contesi; il peso di Turchia e Russia laddove la comunità internazionale è stata finora assente e il possibile ruolo dell'Ue; il futuro delle popolazioni colpite dal conflitto (13 novembre 2020)


Ruby red Moldova

In November, in Taraclia, southern Moldova, it is harvest time. In this photogallery Piotr Velixar meets a family of winemakers


Georgia, l'opposizione contesta l'esito elettorale

Da giorni in Georgia l'opposizione contesta l'esito delle politiche dello scorso 31 ottobre, che hanno visto la riconferma di Sogno Georgiano. La fotografa Tai Dundua è stata tra i manifestanti lo scorso 8 novembre, a Tbilisi, davanti al parlamento


Quale futuro dopo il cessate il fuoco in Nagorno Karabakh

L'accordo raggiunto tra Armenia e Azerbaijan, mediato da Mosca per arrestare i combattimenti nella regione del Nagorno-Karabakh, pare reggere ma si prospetta in futuro una situazione complessa. L'analisi di Giorgio Comai di OBCT ai microfoni della trasmissione "Radio anch'io" (12 novembre 2020)


Nagorno Karabakh: la voce della guerra

Lo sguardo del fotografo Vaghinak Ghazaryan ci racconta di un'umanità sofferente, stordita, che guarda a paesaggi repentinamente e irrimediabilmente trasformati dalla guerra. Un'umanità costretta a dire addio a chi parte per il fronte. Un fotoracconto originariamente pubblicato da Chai Khana