Guerre culturali in bianco e nero

Adesso sta esagerando un po', Stefano, non le sembra happy Le "guerre culturali" o "scontri ideologici", che dir si voglia, non sono nati ieri, e non mi sembra proprio che siano diventate in alcun modo più acute a causa di questo governo (semmai, a rissuscitarle, dopo 4 anni di relativa calma su questo fronte, è stato il governo precedente - malgrado il suo presidente, devo aggiungere). Le "polemiche" sui rappresentanti della N.Si che sono andati a una celebrazione dei "domobranci", poi, mi sembrano assolutamente ciniche. Certo che ci sono andati! In una società plurale, vengono coltivate molte specifiche memorie storiche: o dovremmo proibire anche queste? Ci sono sempre andati, senza troppo chiasso, perchè ci si aspetta che vadano; nell'ultimo decennio ci siamo abituati a non scandalizzarci. Se adesso qualcuno all'imporvviso si sveglia e tenta di farne un dramma (con scarsissimo successo, tra l'altro), chi è che sta metendo legna sul fuoco?