comprensibile nervosismo

Caro Signor Jevsevar,

capisco la sua rabbia e la sua frustrazione; il NSi e' diventato, per decisione degli eletori, un partito extraparlamentare. La prego di non inserire nella polemica accuse assurde quali le allusioni alla repressione e alla condanna a morte di tempi passati che condanno e con i quali non ho nulla a che vedere. Al contrario del signor Janez Janša o del signor Dimitriji Rupel io non sono mai stato membro del partito comunista sloveno o jugoslavo. Al contrario sono stato un suo severo critico negli anni in cui esserlo significava rischiare. Per cui si risparmi l' assurda valutazione su Zares "ex comunista". Per quanto concerne i forti legami tra la chiesa cattolica, il Vaticano, l' emigrazione in Argentina e il SNi, e' tutto verissimo; cminciando dal suo leader Andrej Bajuk, noto esponente dell'emigrazione slovena in Argentina, tornato con il forte sostegno di quei circoli. Non lo cosnidero ne' un peccato, ne' una cosa illegittima. E' legittimissimo essere un partito con forti adentellati nel mondo cattolico e argentino. Cosa c'e' di male, si sente in colpa signor Jevsevar? Non capisco perche' si irrita tanto per una valutazione veritiera e pacata come questa. E sta di fatto che molti influenti membri del partito di Bajuk (NSi) sono altresi' importanti Cavalieri dell' Ordine di Malta, un' ordine religioso fortemente legato al Vaticano. E' Cavaliere di Malta il ministro uscente della giustizia Lovro Šturm. Lo e' il segretario di stato per gli affari esteri