Cerchiobottismo sintattico

IO credo che si dovrebbe cominciare a valutare le cose in un modo diverso. Io sono cittadina italiana, ma non per questo mi sento in contrapposizione con sloveni e croati. La ricostruzione storica dovrebbe andare al di là dell'appartenenza statale o nazionale. Il discorso di Napolitano di quest'anno sembra un inno all'ipocrisia: spende metà dell'intervento per le colpe del fascismo nei confronti degli sloveni (non dei croati, però, come giustamente mette in evidenza Lusa) e poi cancella tutto quanto appena detto parlando di "italiani assolutamente immuni da ogni colpa". Infatti una delle tecniche retoriche più usate nella sinistra, negli ultimi tempi a proposito delle foibe e altre vicende del confine, è proprio quella che consiste nell'inserire in uno stesso testo affermazioni assolutamente contraddittorie, sostenendo contemporaneamente una cosa e il suo contrario. Cerchiobottismo logico e sintattico. Come dimostrano le medagliette che anche quest'anno sono date a Roma e nelle varie prefetture a parenti di "infoibati" che poi se si va a guardare chi erano si scopre che erano più o meno tutti militi fascisti o collaborazionisti di altro tipo.
Vorrei inoltre far osservare che in frasi come quella attribuita alla prof. Verginella si mette l'accento sulle "pressioni per far andar via", mentre la vera notizia è che la Jugoslavia "formalmente non li scacciò", dal momento che invece oggi in Italia si afferma a gran voce che ci fu una precisa volontà di "pulizia etnica".