errori e responsabilità 2

Problema: tutto ciò è incostituzionale, contrario alla Costituzione Jugoslava, agli interessi del Paese e degli stessi sloveni. Favorisce però gli interessi degli organizzatori della "primavera slovena", che infatti reprimono la contromanifestazione a Lubiana il 1/12/89: non si dichiaravano democratici?!All'ultimo congresso della SKJ Milosevic sbagliò a voler isolare gli sloveni, serviva unità, ed i cambiamenti fuori e dentro (SRH) la YU non mettevano Milosevic nella posizione d'isolare nessuno. Gli sloveni sbagliarono a lasciare il congresso, anche perché avevano i croati e Markovic dalla loro, il modello riformista sloveno poteva estendersi a tutta la YU. Ma i nuovi potenti sloveni non volevano dividere il potere appena preso con qualcuno (se proprio dobbiamo meglio dividerlo coi post-comunisti sloveni, che fan tutto ciò che vogliamo, che coi compaesani terroni e testardi!) L'unico dato inequivocabile del referendum (incostituzionale) fu che il 12% degli sloveni voleva la SFRJ, nel restante 88% era impossibile distinguere chi voleva la secessione tout court e chi voleva la nuova Confederazione di cui tanto si parlava. Un quesito sincero "volete la secessione?" dava altre percentuali, non manovrabili.