Vallacchi non rumeni

sono natio di quelle zone e conosco alla perfezione qual è il pensiero della comunità vallacca(vlasi)della zona,essi si sentono vallacchi e NON rumeni,anche se parlano la lingua rumena(in realtà un dialetto di tale lingua)esattamete come si sentono gli austriaci anche se parlano tedesco,i quebecois anche se parlano francese,gli svizzeri di Berna o Ginevra anche se parlano tedesco e francese.rispondo al ministro degli esteri rumeno affermando che la Romania non può avere una politica di assimilazione come ai tempi di Ceausescu,visto che proprio dobbiamo parlare di regimi passati.su facebook molti dei miei amici della mia città natia,Vallacchi,sono arrabbiati per questo gesto di Bucarest,poichè anche se culturalmente specifici,sono stati sempre degli ottimi cittadini serbi,leali al loro paese.la percentuale di vallacchi che sente un legame con la Romania e la vede come madrepatria è minima.le ragioni del veto rumeno....poi superato,è di un altra natura....e si chiama Shengen..