@ Giulia

Si e' giusto quello che riporti. In parte questo da ragione ad un aspetto di quanto scritto da Caretta: la Yu si fondava sopratutto sul carisma personale di Tito. Come in tutte le dittature era stato istituito un fortissimo culto della personalita' (scritte sulle montagne giganti del nome Tito, foto ovunque, il compleanno festa nazionale, adunate ecc ecc). Il culto della personalita' ha funzionato con tutti i dittatori, da Mussolini a Stalin ai Kim Jong vari, Ataturk aggiungerei. Il dittatore diviene sovraumano, la sua figura sostituisce l'ideale del Padre, in qualche modo si sostituisce a Dio stesso. Il collante nazionale diviene l'idolatria del padre della patria.
La democrazia pone al centro l'individuo, i valori condivisi di responsabilita', merito e liberta' di espressione, il collante nazionale si sposta su un livello piu' alto. In una dittatura e' la resilienza della figura del padre della patria a tenere assieme. Venuto a mancare questi, rischia di crollare tutto...