AleksPG

Io però non avevo detto che gli jugoslavi erano ricchi come i tedeschi e giravano il mondo. Ho risposto a quel signore che ritiene che le guerre siano state il frutto avvelenato della dittatura atea, materialista e comunista. Una cosa è certa, che la Jugoslavia era in quel periodo un Paese rispettato in tutto il mondo, che ai funerali di Tito si precipitarono i potenti di tutta la Terra, che sicuramente la Jugoslavia tutta sarebbe oggi parte dell'Unione Europea, visto che lo sono Paesi che all'epoca apparivano indietro di decenni rispetto alla YU (vedi Bulgaria e Romania). Gli europei non sapevano cosa volere e furono colti alla sprovvista dall'esplodere delle guerre. I regimi che si prospettavano all'esito delle varie indipendenze però, non è che dessero garanzie di grande affidabilità e forse la sprovvista era quindi in realtà meditazione. Milosevic non era nè meglio nè peggio di Tudjman e di Izetbegovic. E Mladic non è peggio di suoi colleghi "stranieri" idolatrati in patria.