x Bastoni

non ci siamo capiti. non parlavo della sinistra croata. so bene che la Resistenza ebbe la sua roccaforte proprio in Croazia.

Siamo Italiani. Allora basta avere in casa ex militari che erano lì durante la guerra...(uno zio, un nonno ecc.) e si sa cos'erano i Croati. Viceversa i Serbi, sia nel Montenegro annesso alla Corona Savoja, che nella Krajna di Knin erano collaborazionisti cetnici...
Leggendo LA MONTAGNA PIù' ALTA di Deakin si può avere l'immagine della situazione.

Ma per De Francesco e per tanta parte della sinistra italiana pare sia vero proprio il contrario! Come se tutti i Croati fossero stati ustascia, e tutti i Serbi comunisti...
Di Ante Pavelic quasi ogni volta che il Manifesto parlava della guerra si sentiva parlare, ma di Nedic-Ljotic non si è mai sentito.
Di Jasenovac si è spesso letto, ma di Sajmiste e di altri lagher in Serbia mai!
In italiano nessuno mi risulta ha mai trattato del collaborazionismo serbo, dell'antisemitismo serbo, della Mostra Antimassonica di Belgrado del 1941, del premio dato da Hitler alla Serbia collaborazionista per avere creato il primo Stato Judenfrei d'Europa...
Bisogna leggere queste cose in francese o in inglese.
Perchè?
Credo a causa di una lobby filoserba attiva e trasversale.