paralleli contradditori?

Un parallelo che a me sembra ovvio, pur riconoscendone la provocatorietà, e che nessuno ha osato sinora mettere in luce, è questo: in ossezia e abkhazia la stragande maggiaronza della popolazione, di lingua russa, vuole l'indipendenza e si sente oppressa e discriminata dai gergiani: c'è stata una guerra e adesso si avviano all'indipendenza, e in questa guerra sono stati soccorsi dai Russi; in kosovo la stragande maggiaronza della popolazione, di lingua albanese, voleva l'indipendenza e si sentiva oppressa e discriminata dai serbi (8 anni di apartheid, dice Lekic nel suo bel libo): c'è stata una guerra e adesso hanno avuto l'indipendenza, e in questa guerra sono stati soccorsi dagli americani. Chi è a favore dell'indipendenza delle due regioni caucasiche dovrebbe essere a favore dell'indipendenza del kosovo e viceversa, no? O fa i due pesi e le due misure?