Caro Nemanja

Caro Nemanja, sul fatto che noi eravamo isolati non c'è alcun dubbio, è un dato di fatto oggettivo (anche se eravamo isolati nel senso che non potevamo entrare e uscire, MA LE INFORMAZIONI E LE NOTIZIE entravano eccome! Sapevamo TUTTI almeno 2 lingue straniere per cui eravamo abbastanza informati di quello che succedeva nel mondo. Dici che voi serbi eravate piu' progrediti perchè i confini erano aperti e potevate muovervi liberamente? Lo pensavamo anche noi fino al 1990 ed il comune buon senso vorrebbe cosi'. Quello a cui avete dato avvio con l'invio dei carri armati jugoslavi a Lubiana, successivamente al loro referendum (anche se anticostituzionale) per la seccessione, mi ha fatto capire che in fondo non eravate così progrediti. Ti saluto