x luigi

Comunque vorrei anche sottolineare che se si è trovato Karadzic e non Mladic forse il motivo c'è. Il primo era considerato ormai dalla maggioranza (tranne dalla chiesa serbo-montenegrina che continua a considerarlo pubblicamente un eroe della fede) un parvenu, un dilettante criminale e sostanzialmente un buffone, in pochi lo piangono all'Aja. Il secondo invece era un generale della VJ, l'esercito Jugoslavo, istituzione rispettatissima. Ancora oggi molta gente non riesce a credere alla sua criminalità, molti pensano che sia semplicemente impazzito ad un certo punto. Il suo arresto potrebbe dar seguito a manifestazioni di volume inaspettato, in Serbia, Montenegro e RS. Questo lasciando perdere le vittime della propaganda peggiore (a Srebrenica i cadaveri vennero sepolti su un territorio vastissimo, per nasconderne il numero reale, e ancora oggi molti credono a Seseli e al fatto che il numero di vittime sia di molto inferiore. L'altro elemento della tecnica propagandistica è di contemporaneamente spostare l'attenzione su Oric, per giustificare il massacro, e legare il tutto alle teorie complottistiche, al vittimismo storico per finire su Lazar. E sono tanti a crederci, in Serbia, Italia e su OB.). L'arresto potrebbe avere eco ben più ampia dei soli obnubilati. L'arresto di Mladic potrebbe mettere la Serbia di fronte allo specchio (anche dei valori di pace europei) molto più di quanto sia successo con Karadzic, che era un pezzo per così dire espulso dall'identità collettiva.