per Aleks sulle elites

Aleks, focalizzarsi sulle elites è affascinante ma quasi sempre si rivela un sentiero impervio. Sicuramente un intellettuale marocchino o della Mauritania può essere più europeo di un contadino balcanico così come Rania di Giordania può essere più europea di una "massara" della nostra Sicilia. Il problema è la condivisione diffusa di certi valori e, soprattutto, la volontà delle elites di diffonderli e condividerli. Per certi Paesi poi, si impone la distinzione tra elites economiche ed intellettuali. Hai mai avuto a che fare con qualche ricco egiziano o marocchino ? Beh, dubito che la maggior parte di essi abbia anche la minima intenzione di "illuminizzarsi". Quindi il discorso dovremmo mantenerlo sul generale. Di tutti i paesi candidati, aspiranti, pretendenti, io vedo la Serbia come il più europeo. Magari ti farà ridere ma è così, la vedo più europea della stessa Croazia, dell'Albania, dell'Ucraina e della Moldova. Può darsi che mi sbagli ma francamente non credo che la Serbia potrebbe rivelarsi un "member" peggiore della Polonia (e tralascio taluni paesi fondatori ...). Ho sentito (in TV) Jeremic ieri e francamente concordo quando dice che non si può tenere in ostaggio un intero Paese perchè Mladic non si trova.