qualità ?

Non voglio essere frainteso, scrivo per amore della Romania e del suo popolo non per denigrarli ma chi ha scritto l'articolo non ha evidentemente dimestichezza con la realtà romena. Il livello di corruzione nelle università è oltre ogni limite di immaginazione e di decenza. In molte università vige il sistema dei coupon. Lo studente che si iscrive per dare un esame paga per iscriversi e metà di quello che paga va all'università, metà al professore. E' ovvio quindi che molti professori hanno interesse a bocciare ripetutamente gli studenti per far fruttare il più possibile il proprio "insegnamento". Università del Gas e del Petrolio di Ploiesti, una delle più specializzate del Paese. Una professoressa è stata beccata anni fa che si vendeva gli esami. Conseguenza? adesso boccia tutti sistematicamente e così guadagna legalmente molto di più di quanto facesse prima illegalmente. A dimostrazione della severità del suo giudizio pare abbia bocciato anche il nipote ...