civiltà stradale in Romania

Chiacchere. Vivo da 5 anni a Bucarest, e conosco bene le condizioni di guida e la coscienza "civile" degli automobilisti. Tutte le dichiarazioni delle autorità riportate nell'articolo, contrastano col fatto che a Bucarest - eccezion fatta per il centro - non esistono controlli. Si parcheggia nella più completa anarchia. In incroci nevralgici e nelle ore di punta la paralisi è totale. L'inquinamento acustico e la strafottenza degli automobilisti sono micidiali. Gli automobilisti che guidano in modo pericoloso non si contano. Polizia e/o controlli? Zero. Pattuglie di motociclisti circolanti che elevano multe? Zero. Delle strade e della segnaletica ne parlate già voi: fanno proprio schifo.