Romania in Europa? Roba da matti

Mi trovo in Romania da più di un mese per conto di un'azienda italiana e sono veramente perplesso di come possa essere consentito l'ingresso della nazione nell'UE. La corruzione dilaga, la prostituzione è una costante (meno visibile che in Italia perchè non avviene in strada), sembra che tutto e tutti siano in vendita.

Voglia di lavorare zero: ho conosciuto grosse realtà industriali, il fior fiore delle imprese italiane che hanno aperto in questo paese i propri stabilimenti. La manodopera locale è per cultura, per il proprio modo di fare, del tutto disinteressata all'apprendimento. Sembra che ti prendano in giro: quando ti dicono "immediat" aspetta e spera...

Inganni, raggiri, truffe, corruzione: dove vogliono andare con questa mentalità? In Europa?