x Bufi e Branko

Mi dispiace, ma sembra che l' elemento centrale dei miei commenti non e' stato capito fino in fondo. Torno allora a ripetere: 1) La Grecia oggi non vuole negare l' uso della parola "Macedonia" nella denominazione della FYROM, vuole solo che sia aggiunto un aggettivo qualificativo che indichi che l' entita' statale della FYROM non si identifica con l' intera area geografica antica ma solo con una sua parte, in modo tale che nessuno, ne' la Grecia ne' qualcun altro, possa presentarsi come erede unico degli antichi abitanti della regione o che possano essere giustificate rivendicazioni territoriali o etniche di alcun genere. 2) La regioni della Grecia del nord che si trovano in zone dell' area geografica dell' antico regno macedone hanno nomi gia' accompagnati da aggettivi di questo tipo che le qualificano come semplici divisioni amministrattive. Sono 3 e si chiamano "Makedonia Occidentale", "Makedonia Centrale" (di cui fa parte Salonicco), "Makedonia Orientale e Thraki (Tracia)". La Grecia non ha dato il nome "Makedonia" al suo intero stato ne' sostiene che le appartiene tutta l' antica area geografica. I miei commenti sono e saranno sempre calmi, rispettosi e pacati perche' quello che interessa i Greci sono la PACE, l' AMICIZIA, un nuovo inizio dei popoli della regione all' interno della famiglia europea. Prima pero' i problemi del passato devono essere definitivamente risolti per non lasciare spazio al nazionalismo, la piaga dei Balcani.