x Bufi

Io sono sempre seria e cerco di discuttere con te e con tutti in modo calmo e costruttivo. Ma non posso che osservare che alle mie argomentazioni ed alle questioni che sollevo tu rispondi, come dire, un po', con tutto rispetto, "di traverso". Mi dispiace molto, e sinceramente, dei problemi di passaporto che hai avuto a Igumenitsa, ma questi sono PROBLEMI DI IMMIGRAZIONE E DI XENOFOBIA, molto seri, ma che non hanno niente a che fare con la questione del nome della FYROM ne' tantomeno con l' influenza politica, diplomatica ed economica della Grecia in campo mondiale e nei Balcani, che era l' argomento del mio precedente commento. Non costituiscono allora una risposta. Aspetto ancora la tua risposta su QUESTI temi: la Russia, gli USA, le vere grandi potenze. Per quanto riguarda l' immigrazione e' un problema mondiale e molto presente specialmente tra l' UE e i cittadini dei paesi non-UE. Non voglio qui ricordare come gli italiani hanno trattato e trattano gli albanesi e le altre persone provenienti dai Balcani. Il dramma dell' immigrazione e della xenofobia/razzismo e' una vergogna per i paesi avanzati del mondo. Per la questione del nome, mi sono gia' espressa e aspetto ulteriori contributi. Dove vivo? Tra l' Italia e la Grecia e conosco molto bene entrambe le realta'. Spero che questo rispondi alla tua domanda. E un piccolo consiglio per chi qui presenta il punto di vista della Grecia: per favore, non alziamo MAI i toni e non lasciamoci prendere dalle emozioni. Grazie.