provocazioni nr. 1

le provocazioni sono ovunque:costruiscono moschee dove non c'entrano nulla (vicino a cimiteri cristiani, vicino a chiese), continuano a dire pubblicamente che se i Fyromiani o macedoni costruiranno una chiesa loro ne faranno 5 di moschee, attaccano ragazzini sul bus o per strada, pullman presi a sassate ecc.Io non ce l'ho con nessuno, sia chiaro, parlo per quello che vedo.Un macedone mi diceva l'altro giorno che a lui non importava niente se nella sua città il sindaco fosse macedone o albanese, a lui importava che le strade non fossero disastrate, che le città avessero un aspetto armonico (quindi no case con colori evidenziatore) e che ci fosse una certa sicurezza e benessere tra gli abitanti di qualunque etnia essi siano(questo succede a struga sul lago di ocrida).Un albanese di skopie, invece, mi diceva che erano tanti gli albanesi arrivati dopo la guerra in cossovo ed erano scarsamente istruiti, e facili da manipolare, lui stesso ammetteva le mancanze dei suoi "connazionali".