Come probabile conseguenza alla dichiarazione dell'Esercito di Liberazione Nazionale circa la possibilità di poter colpire la città, anche tra gli abitanti di Skopje iniziano i primi sintomi di una psicosi da guerra imminente.
In questo momento la cosa più ricercata nella capitale macedone sembra essere la benzina, ai distributori si attende oltre un'ora. I benzinai riferiscono che una situazione simile è accaduta due anni fa, quando ci sono stati i bombardamenti della NATO sulla Jugolsavia.
Nonostante i commercianti cerchino di tranquillizzare i cittadini di Skopje circa la non scarsità dei generi, i cittadini della capitale orientano i loro acquisti su grandi quantità di zucchero, farina, olio, scatolame e medicine.

13/06/2001 -  Anonymous User

Come probabile conseguenza alla dichiarazione dell'Esercito di Liberazione Nazionale circa la possibilità di poter colpire la città, anche tra gli abitanti di Skopje iniziano i primi sintomi di una psicosi da guerra imminente.
In questo momento la cosa più ricercata nella capitale macedone sembra essere la benzina, ai distributori si attende oltre un'ora. I benzinai riferiscono che una situazione simile è accaduta due anni fa, quando ci sono stati i bombardamenti della NATO sulla Jugolsavia.
Nonostante i commercianti cerchino di tranquillizzare i cittadini di Skopje circa la non scarsità dei generi, i cittadini della capitale orientano i loro acquisti su grandi quantità di zucchero, farina, olio, scatolame e medicine.


Quest’anno OBCT festeggia 20 anni. Aiutaci a continuare il nostro cammino, rimani vicino alla nostra comunità di cui fanno parte corrispondenti, attivisti della società civile, ricercatori universitari, studenti, viaggiatori, curiosi e tutti i nostri lettori. Abbonati a OBCT!