MIA - Simboli del VMRO-DPMNE e del LPM

Alcune sorprese nelle candidature dei leader macedoni nelle liste per le elezioni previste per il prossimo settembre. Niente di nuovo invece tra i partiti albanesi di Macedonia.

08/08/2002 -  Anonymous User

L'ultimo grande mistero delle elezioni di settembre, circa l'identità dei leader delle liste dei partiti che condurranno il confronto diretto nei sei distretti, è stato finalmente svelato. Domenica scorsa, i partiti hanno rese note le loro liste dei candidati. L'aspetto più interessante ha riguardato chi concorrerà contro chi per la VMRO-DPMNE e per la coalizione SDSM-LDP.
Per esempio, i media hanno speculato per intere settimane sul fatto che Georgievski (leader della VMRO-DPMNE) concorrerà contro Crvenkovski (leader del SDSM) oppure che lascerà questo duello per qualcuna delle sue "armi di grosso calibro", come il ministro delle finanze Gruevski o Ljube Boskovski. L'SDSM ha guidato la coalizione "Insieme per la Macedonia" ed è stata la sorpresa più grande. In aggiunta ai leader dell'SDSM Crvenkovski e Gosev della LDP che concorreranno contro il ministro delle finanze Grujovski e il ministro dell'agricoltura Marjan Gjorcev nei Distretti Uno e Quattro, rispettivamente, si sono adoperati per raggiungere un accordo con Trifun Kostovski per la guida delle liste del Distretto Due (Skopje e Kumanovo), dove concorrerà contro l'incombente portavoce del Parlamento Stojan Andov.
Trifun Kostovski è una delle persone più ricche della Macedonia ed è anche il ben noto sponsor di eventi sportivi e culturali. È stato visto a lungo come desideroso di diventare presidente della Macedonia, così che non sorprende affatto che i media abbiano immediatamente speculato sul fatto che ciò possa significare che col supporto dell'SDSM si candiderà per le elezioni del 2004. Il portavoce dell'SDSM, Nikola Popovski (alla guida della lista nel distretto cinque contro il primo ministro Georgievski) ha detto non è ancora stato discusso nulla di tutto ciò, eccetto le imminenti elezioni. Kostovski concorrerà come candidato indipendente all'interno della coalizione.
Gli altri sfidanti sono Tito Petkovski contro Ljube Boskovski nel Distretto Tre, e un altro scontro interessante dovrebbe essere quello tra Ilinka Mitreva dell'SDSM e Ganka Samoilova Cvetanovska nel Distretto Sei (Tetovo-Gostivar). Tuttavia è piuttosto dubbio le politiche di gender giochino un qualche ruolo in queste elezioni (è incerto anche che gli sforzi dei candidati conquisteranno qualche voto femminile delle elettrici albanesi), anche se candidando due donne per la lista dei leader si è compiuto un notevole passo senza precedenti.
Sul versante albanese non ci sono state sorprese, dal momento che Ali Ahmeti e Arben Xhaferi si sfideranno l'un l'altro nel Distretto Sei, dove ci si aspetta che verrà riversata l'attenzione della maggior parte dei partiti politici albanesi. Ad ogni modo, i partiti politici degli Albanesi di Macedonia hanno lasciato aperta l'opportunità di raggiungere un accordo all'ultimo minuto sulla coalizione per le elezioni, anche se appare improbabile oggi che possano oltrepassare le loro differenze.

Vedi anche:

Macedonia: la coalizione si fa pagando...

Fratello dove sei? Un profilo del ministro macedone Boskovski

Un profilo di Ali Ahmeti, leader politico dell'ex UCK macedone


Quest’anno OBCT festeggia 20 anni. Aiutaci a continuare il nostro cammino, rimani vicino alla nostra comunità di cui fanno parte corrispondenti, attivisti della società civile, ricercatori universitari, studenti, viaggiatori, curiosi e tutti i nostri lettori. Abbonati a OBCT!