attinenze e fissazioni nazionanistiche

Scusami Jasmina, ma che tu non sia d'accordo con l'indipendenza mi sembra chiaro e assodato. Semplicemente questo non è l'argomento dell'articolo e nemmeno del mio post. Sia l'articolo che il post parlavano degli effetti dell'inchiesta sull'identità nazionale albanese in Kosovo.
L'eventuale colpevolezza di Thaci e altri esponenti di primo piano dell'UCK non metterà in discussione l'indipendenza del Kosovo, che è già stata discussa in sede ONU, per questo mi sembra che l'onanismo sia un fenomeno appropriatamente citato.
Oltretutto non sono affatto d'accordo che l'indipendenza del Kosovo sia da ricollegarsi all'avventura politica e militare dell'UCK a così stretto giro come dici tu: dimentichi un trentennio di movimenti autonomisti, e sopratutto i 10 anni di apartheid (vedi. Kouchener e Lekic tra gli altri) sotto il regime di Milosevic e l'esperienza del sistema parallelo di Rugova. Per me è più corretto considerare l'indipendenza del Kosovo come esito della storia kosovara del '900 e in generale mi sembra corretto inquadrarla nella nuova ondata di autoderteminazione dei popoli del post '89. Il tuo punto di vista irredentista serbo mi sembra invero alquanto limitato.
Che vi siano stati grandi interessi internazionali a favorie l'indipendenza del Kosovo forse è vero benchè non mi sembrino così evidenti. Che il nelle settimane prima dello scatenarsi del conflitto il Kosovo fosse occupato da quelle stesse truppe militari e paramilitari che hanno combattuto in Bosnia mi pare sia vero, che questi abbiamo bruciato il Kosovo e cacciato la popolazione civile dopo l'avvio dei bombardamenti Nato mi pare sia altrettanto vero. Che non lo avrebbero fatto comunque senza l'intervento armato internazionale è cosa che lascio ai cultori della storia fatta coi se.
Infine non mi sembra che la Serbia la pensi come te, e mi pare di vedere proprio il contrario, ossia un riconoscimento de-facto dell'Indipendenza (ufficiale non è possibile a causa degli elementi irredentisti della Costituyione serba e del cpstante pericolo nazionalista alla stabilità dello stato).
Il fatto che si diverga sull'indipendenza del Ks non vuol dire che tu debba odiarmi. Il fatto che io riconosca l'indipendenza del Kosovo non vuol dire che io odi i serbi e la Serbia. Il fatto che tu ti riconosca su posizioni Nazional-Komuniste non vuol dire automaticamente che tu renda un buon servizio al tuo paese. Continui ad ignorare che persino i serbi in Kosovo hanno iniziato a riconoscere l'indipendenza del paese, e già da molto tempo; io ho iniziato a postare questa considerazione già qualche mese prima delle ultime elezioni, e di sicuro me ne sono accorto in ritardo. Sii onesta Jasmina: cosa ne pensi dei polizziotti serbi che hanno rispreso il loro posto nella polizia nazionale del Kosovo? e di tutti i cittadini serbi di Kosovo che hanno iniziato a riconoscere le Istituyioni kosovare cosa ne pensi?