x Mauro

Eh bella domanda, ma temo che di risposte non ne avrai poi molte. Comunque sia se Assad sta facendo veramente quello che gli viene addebitato, deve essere preso e processato, quello che preoccupa è che poi andiamo a creare un nuovo Iraq, tutti sanno come andò, e le armi di distruzione che erano sotto la sabbia del deserto, che poi si è rivelato solo un pretesto per attaccare, per accaparrarsi le zone ricche di petrolio, col risultato che ora la popolazione irachena vive nel terrore, con infiltrazioni terroristiche e faide fra gruppi religiosi. Si è andato a creare quello che in Veneto chiamano 'tacòn peso del buso' cioè la toppa peggio del buco, con Saddam non c'era molta libertà e il dissenso non era consentito, ma almeno sapevi che non rischiavi la vita a uscire di casa. Però la Siria non avendo molto petrolio non penso possa essere interesse occidentale intervenire, come in Kosovo* d'altronde, se non era nei Balcani difficile qualcuno fosse intervenuto.