delle due l'una

E' dalle ultime elezioni amministrative che tra i serbi che vivono a nord dell'Ibar e tutti gli altri dislocati nella parte sud sono nate divergenze di pensiero, di stili di vita e quindi di partecipazione politica. Belgrado come sempre gioca un doppio ruolo, anche se conosce molto bene la strada che dovrà percorrere. Non ne esistono altre e Tadic lo sa. Dispiace constatare che di questo doppiogiochismo siano i serbi del Kosovo a subirne le conseguenze. Coloro che vivono nel centro-sud del Kosovo l'hanno già capito e non vogliono restare schiacciati nella morsa dell'isolamento.. Gli irriducibili di Mitrovica ancora no. Delle due l'una: O i primi hanno perso il lume della ragione oppure il nord di Mitrovica è sordo e cieco. Un fatto incontrovertibile non è il boicottaggio del voto dei serbi del nord (hanno sempre boicottato), ma la spaccatura tra i serbi. Spaccatura insieme politica e religiosa.