Onorare il coraggio non-violento

Ritengo che l'elemento fondamentale per un giudizio su Rugova sia quello dato da Bledi. Vincere le elezioni dopo un conflitto come quello del '99 è indice di un'azione politica non-violenta di rara efficacia nel medio termine. In questo senso la sua figura ritengo vada storicamente inserita sulla linea Ghandi-Gorbaciov-Ikeda. L'esito non ottimale, non dipende dalla qualità della sua azione politica ma negli enormi limiti dati dalla situazione del suo paese, cosa che indica un coraggio che ai miei occhi non lo sminuisce affatto.