chi la fa l'aspetti si dice: Una "stangata" per la Serbia

Mi stupiscono molto i commenti di alcuni riguardo la presunta non chiarezza della decisione presa dalla CIG, per cui preme precisare alcuni punti: 1) la domanda era stata sottoposta alla Corte da parte della Serbia per cui se voleva risposte ad altre domande doveva formularle prima; la domanda era la seguente"Is the unilateral declaration of independence by the Provisional Institutions of Self-Government of Kosovo in accordance with international law?” ovvero è la dichiarazione di Indipendenza da parte delle Autorità Provisorie di Auto-Governo del Kosovo in conformità con il diritto internazionale?. La Corte ha precisamente affermato di si per cui non vedo questa difficoltà di interpretazione della decisione e ancor meno capisco la ragione perché qualcuno ora usa il termine "diritto di seccessione" ecc. ecc. forse per il solo fatto di non voler accettare a nessun costo l'esito di una controversia voluta e cominciata dalla Serbia stessa?In secondo luogo per quanto riguarda l'imparzialità dei giudici, prima i media serbi come il Danas si lanciavano in inutili previsioni sulla presunta maggioranza di voti favorvoli alla Serbia facendo riferimento ovviamente alla provenienza geografica degli stessi, poi una volta che queste previsioni si sono rivelate infondate in quanto anche giudici provenienti da Paesi che non hanno riconosciuto l'Indipendenza si sono pronunciati a favore della stessa, hanno cominciato a gridare alla politicizzazione dei giudici e al non riconoscimento della decisione da parte della Serbia. Paradossale non vi pare? Un po più di coerenza non guasterebbe, no?