Per le feste

E' diritto inconstestabile di ogni Stato di difendere l'ordine pubblico e costituzionale come ha fatto la Polizia del Kosovo.Sostengo pienamente l'azione della Polizia perche cosi' non solo ha impedito i clero-sciovinisti della Serbia di comportarsi in maniera anticivile minacciando con i graffiti vergognosi la popolazione albanese e la Repubblica del Kosovo,ma nello stesso tempo ha anche prevenuto la provocazione degli albanesi contro i manifestanti.Fosse solo un festeggiamento di una normale festa religiosa non sarebbe assolutamente un problema.Ma questo e' piu' di una festa:e' una campagna politica sciovinista che ha causato distruzione e dolore di un altro popolo,rappresenta l'inizio dell'epoca dell'apartheid contro un popolo intero,quello albanese,che ha proseguito per bel 10 anni e alla fine e' culminata con massacri,case e terre bruciate,1 millione di profughi.Ognuno ha diritto di festeggiare ma questo diritto non lo permetto a chi mi insulta e mi minaccia a casa mia.PUNTO.