Varie

@ Luigi: io sono siciliano. In quanto tale sono anche italiano. Ma non ho nessun bisogno di definirmi siculo/italiano, questa sarebbe un'emerita idiozia, che potrebbe essere imposta solo da estremisti italiani. Per fortuna in Italia non ci sono razze che si sentono superiori e credono di avere l'imprimatur sugli altri, suppongo li avremmo mandati dove meritano da tempo... Comunque se l'Italia dovesse separarsi, i siciliani rimarrebbero siciliani, punto. E potrebbero ancora considerarsi un popolo d'Italia, ma sempre siculi rimangono, no? happy L'identità in Sicilia è molto forte e senza che si siano fatti tanti sforzi per costruirla, è un identità aperta che accetta la sua grecità, gli innesti lombardi, normanni, arabi ecc. senza doversi inventare purezze razziali. Ed è anche molto inclusiva coi nuovi arrivati.
Io non metto in croce la deputata: ha fatto una provocazione riuscita. La reazione scomposta ha fatto scalpore a suo favore. Solo Fabrizia non ci arriva, povera, bisogna capirla.