@ Luigi :-)

Il barocco e i bizantismi sai, fanno parte del mio dna happy Bufalino è delle mie parti, del resto. Serbo-bizantino mi sembra una definizione correttissima. Kosovaro-bizantino forse più politicamente corretta dato che non escluderebbe cittadini non d'identità serba dal sentire quei luoghi come propri. Non sono certo che i Nemanjc (grande dinastia che li costruì) usassero la parola "serbo" per definire se stessi, ma potrebbe darsi (dubito). Certamente è quanto meno ridicolo che si facciano voli pindarici per evitare di dire che i monasteri appartengono alla chiesa ortodossa autocefala di Serbia, come fanno le autorità kosovare. L'identità, la cultura e la tradizione serba vanno riconosciute e valorizzate come il più prezioso dei tesori kosovari. La miopia e l'ignoranza di una certa retorica negazionista da parte del nazionalismo albano-centrico in Kosovo è anzitutto autolesionista. Stile serbo-bizantino mi ha convinto, lo dico senz'ironia, da adesso in poi lo faccio proprio.