@ Luigi

Ma su questo ti avevo già espresso il mio parere, io non ritengo una cosa in se sbagliata la partizione, così come l'autoderminazione dei popoli. Io del resto sono per il superamento degli stati nazionali nel contesto europeo. Il governo di Serbia potrebbe metterlo in agenda e smettere di fingere di avere possibilità di recuperare il Ks intero, concordo. Ma si potrebbe anche cercare di lavorare in direzione radicalmente diversa, per l'identità civile e la libertà, democrazia e lavoro, usando la propria identità a fini culturali. Non come arma di dominio delle razze sulle altre. Come argomento di quale razza debba dominare quali territori. I serbi si stanno integrando, I latrati, le idiozie deliranti e le fesserie toponomastiche strumentali non cambiano il dato di fatto. I serbi di Ks vanno supportati nella difesa della loro identità e cultura che è patrimonio anche dei non serbi. I nazionalisti hanno gà fatto abbastanza danni, diamoglelo il calcio nel deretano che meritano, coraggio!