E' vero ma...

Condivido pienamente i giudizi di Eniel relativamente alla priorità dell'azione sulla domanda più che sull'offerta( di droga, sesso, tabacco, ecc).
L'esperienza insegna che prima di parlare di ogni qualsivoglia indipendenza è opportuno porre le premesse per il rispetto integrale di ogni diritto di ciascuna minorananza di una realtà statale. Agire diversamente significa, nell'immediato, aprire la strada a nuove persecuzioni e massacri, in prospettiva, dover tornare a confrontarsi con situazioni tipo Krajna o Bosnia; cosa che alla lunga non conviene a nessuna delle parti in causa.