Guerre di religione

Caro, luka, ottima la tua precisazione (a parte la minaccia finale mafia-style, direi). Vero anche che non solo i muezzin alzano il volume, ma i preti alzano i campanili (Mostar, e quell'obbrobrio fatto a Scutari ecc. ecc.) e la Macedonia è piena di croci enormi e super-illuminate, e i motivi per cui sono stati posti non hanno nulla a che fare con il messaggio di Gesù. La distruzione delle chiese in KS è una grande tragedia. Ma mi pare lievemente folle desiderare il ripristino dei latifondi ecclesiastici medioevali: direi proprio che le due cose non hanno niente a che fare. Le terre dell'abbazzia di Chiaravalle si estendevano fino a Pavia, prima della requisizione napoleonica, spero che nessuno voglia ridargliele indietro. I monaci di Decani sono molto bravi e molto giovani, fanno un bel lavoro ma non sono esenti da un certo estremismo politico (comprensibile). Artemisie è uno dei principali fautori della teologia di Velimoric: una delle maggiori giustificazioni ortodosse alla pulizia etnica dei territori da tutti i non serbi. Jasmina, forse puoi spiegarci tu le posizioni di Artemisie sul ruolo del popolo celeste serbo nel mondo. Un saluto laico