Foibe

La reazione da parte della polizia slovena al pellegrinaggio degli esuli la dice lunga sul tasso di nazionalismo che pervade la stragrande maggioranza degli sloveni, precipuamente in funzione antiitaliana, anticroata, antiaustriaca, antiungherese.
La realtà è che apparentemente i confini scompaiono dalla carta geografica, ma sono presenti e ben radicati come non mai.
Gli sloveni devono una volta per tutte ammettere che se è stato il fascismo la causa prima dei soprusi e dei crimini commessi a loro danno prima e nel corso della seconda guerra mondiale, ciò non costituisce una esimente per i soprusi ed i crimini compiuti dai titini contro le popolazioni italiane.