@ Fede

P.es., spendendoli in ONG che si battono per la pace, la democrazia, i diritti umani in loco, in iniziative di 'conflict resolution', in radio, tv e media che mostrano anche altre verità alle popolazioni civili oltre a quelle che gli propinano i loro regimi, in videocamere e cellulari satellitari che possano trasmettere le immagini degli orrori commessi da tutti lì dove ai giornalisti non è concesso di entrare per mostrare la verità, in scambi inter culturali tra giovani, ecc. Ma non è possibile perché da una parte ci saranno i realpolitici (p.es. Sergio Romano o Lucio Caracciolo, per non fare nomi) che ti diranno che sono solo cose utopistiche e che invece dobbiamo cercare di farci amici i dittatori, dall'altra i pacifisti (che ne sono l'alter ego) secondo cui non abbiamo il diritto di "imporre" democrazia, tanto ne abbiamo poca anche noi, e che autoritarismo e libertà sono solo categorie culturali soggettive, ecc. Chi rimane? Ben pochi. E così i satrapi di turno ringraziano....