Il logo dell'Università delle Istituzioni e dei Popoli per la Pace

Dal 6 al 13 luglio si tiene un corso dell'Università della Pace di Rovereto sull'intervento civile nei conflitti. E' un'opportunità per volontari e operatori della cooperazione; a giorni si chiudono le iscrizioni.

12/06/2002 -  Anonymous User

Stanno per terminare le iscrizioni al corso che annualmente l'Università delle Istituzioni e dei Popoli per la Pace organizza sui temi della diplomazia popolare e della cooperazione decentrata. Il corso intende evidenziare ed esplorare le dimensioni dell'intervento civile nei conflitti internazionali, alla luce dei potenziali contributi della cooperazione allo sviluppo nella costruzione della pace e della diplomazia dal basso nel favorire processi di sviluppo. Esperienze che sono state vissute in questi anni secondo modalità e sensibilità diverse troveranno durante il corso tempi ed ambiti di riflessione e di confronto. Saranno inoltre messi in luce ed analizzati modalità e strumenti con i quali le azioni di diplomazia popolare e di cooperazione decentrata sono state poste in essere.
Il corso è rivolto a personale delle Organizzazioni non governative, delle Associazioni, degli Enti locali e dei Gruppi di volontariato che operano a livello internazionale in progetti ed iniziative di diplomazia dal basso o di cooperazione decentrata, in paesi in conflitto o in ricostruzione. Il corso si propone come momento formativo per chi è alle prime esperienze in questo ambito, e vuole meglio orientarsi nel vasto panorama dei possibili interventi civili nei conflitti internazionali, così come a chi già è coinvolto in ruoli di progettualità all'interno delle ONG o di altri organismi.

Presentazione del corso
Programma
Struttura e metodologia

Vai al data base dell'Osservatorio sui corsi di formazione per operatori internazionali


Quest’anno OBCT festeggia 20 anni. Aiutaci a continuare il nostro cammino, rimani vicino alla nostra comunità di cui fanno parte corrispondenti, attivisti della società civile, ricercatori universitari, studenti, viaggiatori, curiosi e tutti i nostri lettori. Abbonati a OBCT!