logica e contraddizioni.

gentile Elena,
non facciamo confusione!se discutiamo di guerra Russo-Georgiana parliamone in termini geostrategici e di diritto internazionale.allo stesso modo parliamo di filorussi e filoatlantici.
cerchiamo di seguire una logica comune altrimenti e'un dialogo tra sordi.il facile moralismo personale,del tipo ''le persone vengono prima dei soldi'',vale quale alibi(inconscio?)a tutela del proprio pregiudizio ed interesse.
a mio giudizio:una persona non ha un valore assoluto,se x me fosse così,sarei un pacifista,magari un asceta(stoico?gnostico?buddista?).io sono x la pace,ma non sono un nonviolento.
se tu fossi una nonviolenta,dovresti condannare tutti,ma soprattutto chi ha scagliato la prima pietra,pardon,la prima salva di artiglieria GRAD.
poi bisognerebbe vedere quali sono stati i bersagli,il tipo di fuoco,il munizionamento ecc.. la 58a.Armata(DivisionePesante),ci e' andata leggera si e'limitata a sculacciare l'esercito dei Fantocci di Saaka,che sono subito scappati,non e'stato nemmeno assaltato l'aeroporto della capitale(la Russia e' molto debole).ora in SudOssezia si fa pulizia etnica da parte delle milizie locali,ma di chi e'la maggiore responsabilita'politica, di Mosca o di Saaka?
molte vite distrutte nella RepubblicaFederaleRussa,soprattutto x colpa della dottrina Brzezinski non dell'ENI.mia menzogna anche questa,come quelle sull'Italia asservita ad USA e lobbySionista?non credo,almeno fino a prove contrarie.cordialmente,a tua disposizione.