Questo varrà anche per l'Istria, il Quarnero e la Dalmazia e

"Turismo" è un vocabolo troppo grande ed importante, ai tempi del Prof. Maurizio Tremùl, con il "Vero Bilinguismo" tutto sarebbe andato di bene in meglio, scelto "Prof. Furio Radin che perlopiù è di origine friùlano tutto andò tramontando e questo dimostra che la nostra presenza non è più necessaria, significa solo che potreste fare da soli senza la presenza del turismo, è una cacciata sul di dietro agli italiani, il che dimostra che non siamo affatto benvenuti", questa non è una cattiva pubblicità, questa è una "pessima pubblicità e ancor peggio è la gente che fortunatamente o sfortunatamente, indifferentemente non mi troveranno mai più e che soldi non se ne faranno più perché per far soldi ci vuole il massimo della cordialità oltre alla disponibilità, prezzi bassissimi se si vorrà il turismo di massa oppure "fare i padroni del nulla" ma non basta, ci dovranno essere sempre prezzi bassi perché non sono Paesi evoluti, vedi la vicina Italia come la Grecia, la Turchia, il Marocco, l'Egitto e la Thailandia e hanno tutti il cuore aperto, cosa che sfortunatamente a Slovenia e Croazia ancora manca", o "cambiare radicalmente" oppure "addio Slovenia e Croazia", fate un pò voi la vostra scelta.