Provocazioni inutili

Per quanto ne so io l’inaugurazione di Nikolich non è stata boicottata solamente dal presidente croato Josipovich ma da tutti i Capi di Stato dei paesi limitrofi. L’assenza di Josipovich è comprensibilissima, quando il neo-eletto presidente di uno Stato si permette di affermare quanto dichiarato da Nikolich riguardo a Vukovar, non si tratta più di una gaffe ma è qualcosa di molto più profondo ed ideologicamente pericoloso. Se Nikolich voleva dimostrare di essere cambiato, mi dispiace dirlo, ma ha sbagliato tutto, è partito male. Mi chiedo il perché di simili provocazioni, cosa intendeva ottenere, vuole forse nuovamente destabilizzare tutta la regione balcanica? Dichiarazioni come questa non ottengono altro effetto che rinnovare il clima di gelo nelle relazioni bilaterali. A questo punto sarebbe doveroso da parte sua quantomeno scusarsi per quanto dichiarato. L’uscita su Srebrenica non merita neanche di essere commentata.