Genocidio ed ecologia del linguaggio I

Quindi, se capisco il "ragionamento" di Mauro Jasenovac e' senz'altro il genocidio dei serbi, quello degli armeni dev'essere definito genocidio, Srebrenica "solo" massacro. Ovviamente il concetto di "genocidio dei serbi" (di cui nessuno ha mai sentito parlare al di fuori della Serbia) e' un concetto necessario a giustificare tutte le stragi passate e future attribuili alla dirigenza serba. Questi massacri e atti criminali vengono attribuiiti dai massacratori, dai loro spalleggiatori e dai nazionalisti di sponda opposta ai "serbi" come nazione personificata, come entita' unica. Insomma:"i serbi hanno subito GENOCIDIO (uhhhh), cosa vuoi che sia al confronto il massacrino di Srebrenica?
Il massacro degli armeni serve a dipingere i turchi come bestie brutali (anche questo e' funzionale al delirio nazionalista serbo e dei collaterali nazios greci). Chissa' come mai in questo caso si dimentica che la stessa cosa fece pochi mesi prima l'esercito greco ...continua