solidarieta'

A Drago Hedl e a tutti i giornalisti di Feral va dato ogni sostegno e riconoscimento per il coraggio e l' indipendenza con cui il settimanale sta affrontando i tabu nazionalisti in Croazia. Che le tentazioni autoritarie e militariste nel paese siano ancora forti lo dimostrano le minacce a Hedl e la vicenda giudiziaria che ha messo in discussione la liberta' di parola di Predrag Matvejevic. Dall' Europa dovrebbero arrivare dei segnali piu' decisi in difesa della liberta' e dell' indipendenza dei giornalisti.