per Gianfranco 1

Sono italo-montenegrino e so perfettamente che i nuovi stati balcanici non se ne prendono cura per niente delle minoranze. Per la verità nella Slovenia e Croazia a dirittura si cercava di assimilarle o espellerle. Nelle politiche attuali, visto che ce il "Grande fratello" - Ue si danno un po' di "trucco" e si vogliono presentare come aperti a risolvere tutti gli problemi delle minoranze, incluso il bilinguismo. Però, di fatto sono sempre gli stessi di sempre. Per me Governo Italiano non fa molto, anzi, sembra che non faccia niente. Per la Slovenia è un po' tardi, perché già sta nella Ue, ma, dalla Croazia, visto il prossimo ingresso, lo Stato italiano dovrebbe mettere il veto, fino che non si risolvono i problemi della minoranza italiana in Croazia e la famosa questione degli esuli e i loro eredi (le proprietà e i diritti).