Minoranze sessuali?

Nella seconda metà del '900, i pensatori liberali cominciarono a teorizzare un progressivo dispiegamento dei diritti civili anche in favore di quelle che loro stessi definirono "minoranze sessuali". Il movimento lgbt internazionale, dagli anni '70 in poi, ha sempre contestato (e credo giustamente) questa definizione: se esistono delle minoranze, allora esistono anche delle maggioranze sessuali. E quali sarebbero? Quelle eterosessuali (maschili e femminili)? La sessualità, per fortuna, è cosa ben più ampia, ricca di sfumature e di possibilità, tanto che quando quell'incauto di Kinsey si mise in testa d'indagare statisticamente le esperienze sessuali degli statunitensi, scoprì che solo una 15% - 20% della popolazione totale poteva vantare una vita sessuale coerente con la propria affermazione di sé. Altrimenti detto: solo pochi eterosessuali non avevano mai avuto esperienze omosessuali e solo pochi omosessuali non avevano mai avuto esperienze eterosessuali. Cmq, articolo interessante.