medio termine

Non credo che le prospettive per la Croazia siano poì così cupe. Basta vedere in quali condizioni versano (quasi) tutte le nazioni dell'est europeo per capire che i problemi croati siano tutto sommato molto relativi. E poì comunque ci sono notevoli progressi rispetto all'era Tudjman. Una ricaduta di stampo nazionalistico tudjmaniano e da escludere. Naturalmente, molto dipende dalla dinamica di avvicinamento Croazia-EU. Dal mio punto di vista, il problema maggiore è l'enorme debito di 30 milliardi, e qualsiasi governo che vuole migliorare le cose lì dovrebbe partire con le misure di riduzione del debito.