arrestato ante gotovina

mi sono deciso a commentare con molto ritardo questo artocolo solo in risposta a tanti commenti che ho letto da parte di lettori italiani e che, credo, abbiano una conoscenza a dir poco sommaria dei fatti accaduti nella ex Jugoslavia.
Il solo accostamento del Gen. Ratko Mladic al Gen. Ante Gotovina, dimostra che gente come il sig. renato non abbia minimamente idea di cosa sia stato il conflitto in Croazia e Bosnia e di quali fatti siano ivi accaduti e per mano di chi.
Inviterei il sig.Renato a fare in giretto a Srebrenica in Bosnia vicino a Tuzla, ovvero a soggiornare a Dubrovnik.
Il solo fatto che le località di cui si parla sono sempre e solo croate o bosniache (eccezion fatta per Sarajevo da cui tutto iniziò) dovrebbe far capire come la guerra nei territori della ex Jugoslavia sia nata per una AGGRESSIONE compiuta dai Serbi ai danni delle altre popolazioni, quindi sia formalmente sia sostanzialmente la guerra intrapresa dai Croati fu una guerra di difesa a conferma di ciò esistono anche numerose e concordanti pronunce dei TPI.
Forse Gotovina non sarà l'emblema della simpatia e della onestà e sicuramente ha commesso azioni che integrano ipotesi di reato, ma l'accostamento a Ratko Mladic non possibile.
Il generale Mladic non assimilabile a nessun altro "attore" di quel conflitto: egli ha trasformato l'essere umano in carnefice metodico e scentifico.
Purtroppo in guerra le persone muoiono tutti i giorni, ma quanto è riferibile al gen Mladic va oltre i confini dell'umano