Comunità turco cipriota 1974

Mi risulta che prima del 1974 la popolazione turco cipriota contava un terzo della popolaz totale (e non il 12 per cento). Per questo motivo, in base ai trattati internazionali, nel 1960 la Repubblica di Cipro fu fondata con una struttura bi-comunale che prevedeva la partecipazione delle due Comunità nella Presidenza, Consiglio dei Ministri, Parlamento, ordinamenti giudiziari, servizio pubblico, sport, forze armate. Il Presidente e il Vice-Presidente (il primo greco-cip e il secondo truco-cip), secondo la Costituzione, avevano uguali poteri e assunsero il potere esecutivo che veniva esercitato con 7 Ministri della Comunità Greco-Cip e 3 della Comunità Turco-cip, scelti da loro. La Camera era composta da 50 deputati: 35 greco-cip e 15 turco-cip. La Repubblica di Cipro così costituita fu distrutta il 21 dicembre 1963 dal Presidente del tempo, Makarios, che mise in atto l'ormai arci-noto "Piano Akritas" (documento ONU A/33/115, S/12722 del 30/05/78). Il 21/12/63 le forze armate greco-cip iniziarono la "pulizia etnica": centinaia di turco-cip furono uccisi o feriti, 103 villaggi turco-cip furono rasi al suolo e 25.000 turco-cip si ritrovarono "rifugiati" nel loro stesso paese (Doc. ONU S/595 del 10/09/64). Le forze dell'UNIFICYP furono costrette a scortare i civili truco-cip che dovettero spostarsi da una parte all'altra dell'isola. La "linae Manson" o "Linea Verde" fu eretta dalle Forze dell'ONU in quel periodo, e non nel 1974.