TVRS

Vivo a Sarajevo da molti anni ma ancora a certe cose fatico ad abituarmi. Nei giorni del ventesimo anniversario dell'inizio dell'assedio ho seguito i commenti che TVRS (la tv della Republika Srpska) dedicava all'evento, o meglio, che NON dedicava all'evento. Nessun accenno all'assedio, ai morti, alle sofferenze, all'aggressione, nulla di nulla. Il 5 aprile, secondo la tv dei serbi di bosnia, si ricorda la piu' grande catastrofe dalla seconda guerra mondiale, vale a dire "l'espulsione" dei serbi dalla citta'. Sull'assedio, ripeto, nemmeno una parola. Anzi, sembrava che l'assedio fosse subito, con un curioso rovesciamento semantico, dagli assedianti: Sarajevo assediava (sic!) le truppe intorno alla citta'. L'intera guerra di Bosnia e' la risposta, secondo TVRS, ad un tentativo di genocidio verso i serbi. Vi risparmio le dichiarazioni di questi giorni del leader della RS Dodik, traboccanti di odio. Ci piacerebbe un paese avviato verso la riconciliazione, ma la cruda realta' e' questa...