Per serbie

Naser Oric è ùn criminale e come tale andrebbe trattato,ma il tribunale dell Aia,pur lavorando senza il sostegno degli stati in causa,ha permesso a molti sopravvisuti di vedersi riconoscere i propri diritti.Nessuno vuole dimenticare i morti serbi,ne farli passare per vittime di secondo grado.Il tentativo del Aia di fare giustizia però,può essere attuato solo con l aiuto del governo di Belgrado,che in questi anni ha preferitos r a raccontare alla propria gente una storia diversa pur di non ammettere le atrocità compiute a srebenica.