quando si è costretti a schierarsi

Spesso anche io venivo spiazzato da dichiarazioni nazionaliste di personaggi jugoslavi simbolo di fratellanza & unità, oltre Kusturica mi ricordo pessime dichiarazioni di personaggi che stimo come Jergovic e Sidran. Ho capito che è conseguenza dell'aver obbligato le persone a scegliere per forza da che parte stare. Si finisce involontariamente col minimizzare o giustificare anche le pagine buie. Kusturica, Sidran e Jergovic sono tutti e tre sarajevesi, bosniaci. 20 anni fa li avresti trovati in un caffè di Bascarcija, uno a scrivere le sceneggiature tratte dai romanzi dell'altro, per i film del terzo. Con la guerra uno è rimasto a Sarajevo, uno ha scelto Belgrado, l'altro Zagabria. E oggi ritrovi i loro nomi affianco all'HDZ dell'Herceg o ai conservatori serbi o al reis Mustafa Ceric. Quei pochi che hanno potuto rifiutare di scegliere da che parte stare, come Branimir "Johnny" Stulic, sono stati emarginati e oggi sono stranieri in casa loro.