post scriptum

Ci tengo a sottilineare che la mia stima per Kusturica (il mio regista preferito) così come per Sidran, Jergovic, la Lisac e altri resta immutata malgrado le scelte cui sono stati obbligati dopo il 1991. Per me restano tra i principali esponenti della cultura Jugoslava.
Proprio oggi ho letto una recente intervista all'attrice jugoslava croata Mira Furlan che dice di come oggi lei capisce l'intenzione dei politici nazionalisti di allora di cancellare i ricordi, la cultura comune, i programmi televisivi, gli attori più popolari... la Furlan (che vedremo al cinema in Cirkus Columbia, di Danis Tanovic, dal 25 Maggio al cinema) ricorda come da allora lei non esisteva più. Mira Furlan nell'intervista conclude dicendo che quei politici nazionalisti oggi nel vedere i risultati sarebbero contenti... se fossero vivi. Ecco, proprio perché ormai sono morti, io spero che si permetta a Kusturica di tornare a Sarajevo, vorrei vederlo con Sidran a prendere quel caffè che desidera da anni.